presentata la nuova sperimentazione dell’indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica

 

Far acquisire agli studenti competenze specifiche nei processi nuovi e digitali, di lavorazione, fabbricazione, assemblaggio e commercializzazione dei prodotti industriali e artigianali. Questi gli obiettivi del percorso sperimentale di Operatore di automazione industriale, attivato presso la sede Marazzi: una nuova figura che nasce dalla necessità di incontrare la richiesta di nuove competenze professionali, in un’area come quella cremasca, caratterizzata da un sistema produttivo articolato, con una crescente importanza del settore della meccanica e dei sistemi di elettronica e automazione avanzata. Una situazione confermata dalle risultanze del progetto Masterplan 3C, promosso dall’Associazione Industriali di Cremona, aggiunge la dirigente dell’Istituto Sraffa, Roberta Di Paolantonio, presentando la sperimentazione in occasione della riunione del Comitato Tecnico Scientifico dell’indirizzo manutenzione e assistenza tecnica (Mat). “Il nostro impegno è quello di migliorare la qualità dell’offerta formativa e i profili in uscita dei nostri diplomati, meglio rispondenti alle richieste provenienti dalle aziende del territorio. Statisticamente – aggiunge la dirigente Di Paolantonio – i diplomati degli indirizzi Mat hanno nel breve termine migliori occasioni di impiego nel loro settore”.

All’iniziativa sperimentale hanno aderito alcuni studenti della classe terza indirizzo Mat, che volontariamente si tratterranno a scuola un pomeriggio a settimana, oltre a quelli già in orario, per una serie di attività: lezioni teoriche, anche con esperti esterni, in collaborazione con le aziende del territorio, approfondimenti, visite aziendali e ulteriori occasioni di alternanza scuola lavoro (ora Pcto, percorsi per le competenze trasversali per l’orientamento) per rafforzare l’interazione con il mondo produttivo, in aggiunta a quanto già previsto dalla normativa. La volontà dell’Istituto, precisa la dirigente è quella di proporre dal prossimo anno scolastico l’avvio del corso di Operatore di automazione industriale, per i nuovi iscritti in prima, ed a questo la scuola lavorerà nei prossimi mesi al fine di completare tutti i passaggi amministrativi necessari a consentire il consolidamento di questo nuovo percorso nel settore della meccatronica, capace di soddisfare al meglio le necessità espresse dal mondo produttivo.

Alla riunione del Comitato Mat, presenti i referenti delle aziende: Bettinelli spa di Bagnolo Cremasco, Vhit-Bosch di Offanengo, MPF meccanica di precisione di Ripalta Arpina, Giovanni Ogliar Badessi vice presidente del Gruppo Giovani Industriali di Cremona e Laura Baroni in rappresentanza della Camera di Commercio di Cremona. Per la scuola, oltre alla preside, alla Dsga, Chiara Lorenzetti, al coordinatore dell’ufficio tecnico Gian Battista Nichetti, i docenti di discipline meccaniche ed elettroniche della sede Marazzi, Cosimo Barletta, Ernesto Barra, Angela Bortolotti e Antonino Campisi. Al termine dell’incontro, il buffet preparato dagli studenti dell’indirizzo enogastronomico, guidati dai docenti Alessio Della Mura e Fabrizio Tiriticco.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.