Per il sesto anno consecutivo una delegazione dell’Istituto “Sraffa” e della sezione associata “Marazzi” ha preso parte al Viaggio della memoria, giunto ormai alla sua 24^ edizione, organizzato dalla Rete delle Scuole Superiori della Provincia di Cremona nei giorni 3,4,5 aprile.

Il gruppo di 83 tra studenti e studentesse, supportato dai docenti Fischietti, Denina, Rossi, Bettinzioli e Mirelli, dopo aver partecipato agli incontri formativi svoltisi nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio, ha finalmente visitato il Memoriale di Podum, la Risiera di San Sabba, il Centro Profughi di Padriciano e la Foiba di Basovizza, luoghi della memoria inseriti nel progetto “Essere cittadini europei” che ogni anno sceglie testimonianze diverse per offrire ai più giovani uno spaccato vero della Storia, altrimenti conosciuta solo sui libri di testo.

Il Memoriale di Podum, in Croazia, ricorda le 91 vittime locali di una strage perpetrata dai fascisti, così come la Foiba di Basovizza rievoca, a sua volta, le vittime inermi e innocenti della barbarie titina: eccidi di parte che hanno il comune denominatore della ferocia che deve e può essere cancellata dalla fratellanza.

Il Centro Profughi di Padriciano racconta, invece, la storia di tutte le famiglie dell’area giuliano – dalmata costrette a lasciare le proprie case e la propria terra. Emozionante, in questo caso, la testimonianza della signora Fiore Filippaz, che per dodici anni ha vissuto nel Centro, oggi luogo di memoria attiva.

Presso la Risiera di San Sabba, gli studenti hanno potuto visitare gli interni (tra cui la cella della morte e il museo allestito con oggetti e cimeli del periodo di internamento dei prigionieri ivi rinchiusi e torturati) e infine assistere alla toccante cerimonia svoltasi nel cortile e conclusasi con la deposizione di corone di fiori in ricordo delle vittime della follia nazifascista.

Nell’ultimo giorno di viaggio, l’intera delegazione ha potuto visitare la città di Trieste con la sua meravigliosa piazza Unità d’Italia e il Castello di San Giusto.

Soddisfazione e interesse sono stati espressi da tutti i partecipanti, alcuni dei quali veterani del Viaggio ed altri pronti e ansiosi di prendere parte al prossimo.

Prof. Pietro Fischietti

Galleria fotografica


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.