Orientamento: corso di formazione per docenti promosso dalla Camera di Commercio

Videoconferenza allo Sraffa

 

Un corso di formazione per docenti del territorio e operatori dell’orientamento, con l’obiettivo di migliorare la capacità di orientare gli studenti delle scuole superiori verso il mondo del lavoro, progettando anche percorsi post-diploma, per rispondere alla richiesta delle aziende di figure professionali che non possono essere formate a livello universitario. Questo l’obiettivo del percorso formativo “LE NUOVE FRONTIERE DEL CAPITALE UMANO NELLE FILIERE PRODUTTIVE MANIFATTURIERE”: una serie di giornate di approfondimento promosse dalla Camera di Commercio di Cremona, in collaborazione con il Politecnico di Milano–Mip, IIS Torriani di Cremona, Ufficio scolastico territoriale di Cremona, Rei-Reindustia Innovazione e Sraffa di Crema.

Si tratta di un percorso di formazione suddiviso in 8 giornate da 3 ore ciascuna (la prima parte del corso si conclude a maggio, la seconda serie di appuntamenti inizia a settembre e si conclude il 5 novembre), comprensivo di visite aziendali e workshop, che intende sviluppare tematiche relative alle nuove frontiere del capitale umano nelle filiere produttive e gli aspetti tecnologici di industria 4.0, che vede anche lo Sraffa protagonista. Infatti, se la sede degli incontri è Cremona, presso le strutture del Politecnico di Milano, lo Sraffa di Crema offre la possibilità ai docenti del cremasco, di seguire il corso in videoconferenza, utilizzando l’aula polifunzionale della sede di via Piacenza. Nei giorni scorsi, alla presenza di Laura Baroni in rappresentanza di Servimpresa, azienda speciale della Camera di Commercio, si è tenuto il primo appuntamento, in videoconferenza con Luca Fumagalli, docente del Politecnico che ha affrontato il tema del mercato del lavoro manifatturiero, tra trasformazioni e nuove richieste.

Per la dirigente dello Sraffa, Roberta Di Paolantonio, “si tratta di un interessante percorso di formazione, che siamo contenti di ospitare in videoconferenza, perché particolarmente utile per gli istituti professionali del territorio, per meglio rispondere alle necessità che le filiere produttive locali rappresentano, attraverso l’adeguamento dell’offerta formativa e dei quadri orari alle richieste del mercato del lavoro in continua evoluzione”. Un messaggio che va colto da tutti, aggiunge la dirigente, non solo dalle scuole secondarie di secondo grado, ma anche dalla scuola media, come ha già fatto l’IC di Bagnolo Cremasco, guidato dalla dirigente Paola Orini. “È in atto un processo di modernizzazione che interessa tutti e che induce ad una riflessione rispetto ai piani di studio proposti, per meglio orientare i ragazzi e accompagnarli verso una formazione utile e meglio aderente alle dinamiche del mondo produttvo locale, al fine di favorire un inserimento lavorativo al termine dei percorsi di studio. L’adesione dello Sraffa a questa iniziativa – conclude la dirigente Di Paolantonio– è un segnale di responsabilità per la scuola, che deve diventare un motore di intraprendenza e fare la sua parte, collaborando con le realtà produttive locali, il mondo dell’associazionismo e le organizzazioni di categorie”.

 

Per ulteriori informazioni: visitare la pagina:

http://www.servimpresa.cremona.it/formazione-docenti-e-operatori

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.