La dotazione laboratoriale dello Sraffa si arricchisce da questa mattina di un nuovo spazio al servizio degli studenti dell’indirizzo professionale odontotecnico. Uno spazio che nelle parole del dirigente scolastico Roberta Di Paolantonio, si propone di confermare l’apertura della scuola verso il territorio, avviando con i professionisti del settore un proficuo dialogo che partendo dall’alternanza scuola-lavoro, dovrà sfociare nella costituzione di comitato tecnico scientifico di supporto. Un indirizzo, quello che formerà i nuovi odontotecnici del cremasco, che punta alla qualità più che alla quantità, e che è già inserito nella Rete nazionale degli istituti che presentano questo corso.

inaug3

 

 

inaug4

14 postazioni di lavoro attrezzate, con aspirazione polveri, montati su struttura in tubolare con ripiani in laminato plastico e alzatina in alluminio verniciato, dotati di presa di corrente, cassetto completo di bacinella asportabile, sedia ergonomica. Circa 25mila euro l’importo speso dalla scuola con fondi propri, frutto di economie e dei contributi ottenuti dalla partecipazione a bandi Pon sui laboratori innovativi, ai quali si aggiungerà nel corso di quest’anno un ulteriore sforzo economico per il completamento della dotazione per la modellazione odontotecnica. La referente dell’indirizzo Maria Luisa Bettinzioli, nel ringraziare dirigente e docenti che hanno collaborato, evidenzia in particolare il ruolo che ha avuto la collega Maria Teresa Moretti nel coinvolgimento dei professionisti del territorio. Presente all’inaugurazione il docente di laboratorio Carlo Cosentini.

All’inaugurazione di oggi hanno preso parte numerosi professionisti del cremasco oltre agli amministratori del territorio: per il sindaco Stefania Bonaldi, la presenza allo Sraffa testimonia la condivisione della necessità espressa dalla dirigente di un dialogo con il territorio, nel tentativo di superare un pregiudizio secondo il quale si orientano i ragazzi verso l’istruzione liceale, per poi proseguire gli studi universitari. Per il sindaco, “il Paese ha fame di formazione professionale e la risposta vincente è qualificare la formazione, riuscendo a intercettare i bisogni del mondo lavorativo, come cerca di fare lo Sraffa, la cui offerta si fa sempre più variegata”. Complimenti e disponibilità alla collaborazione sono stati espressi dal consigliere regionale Matteo Piloni e dall’assessore comunale all’istruzione Attilio Galmozzi: “qui entusiasmo e idee si concretizzano”.

inaug2

Cremasca da undici anni, innamorata della città e dello Sraffa: si definisce così la dirigente Di Paolantonio, entusiasta dell’offerta formativa della sua scuola. “Credo nell’istruzione professionale ed è fondamentale orientarla verso il mondo delle professioni. Su questa stessa linea, l’intervento di Fabio Donati, rappresentante dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Cremona, per il quale nell’offerta formativa dello Sraffa “sono presenti indirizzi che offrono immediato inserimento lavorativo” e alla luce dell’inaugurazione di oggi è importante che gli odontotecnici presenti, rispondano positivamente all’appello avanzato loro dalla dirigente.

Al termine della mattinata, gli allievi del corso enogastronomico affiancati dai docenti di sala e cucina hanno offerto ai presenti un gustoso buffet.

inaug5


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.