La Guida Operativa del MIUR, ai punti 12 e 13, chiarisce i criteri di valutazione dell'Alternanza Scuola Lavoro nello scrutinio finale:

  • Al capo 12: "L'utilizzo della metodologia dell’alternanza trasforma il modello di apprendimento legato alle singole discipline in un diverso modello, che costituisce il risultato multifattoriale di un processo, che riconosce il valore degli apprendimenti acquisiti in modo informale e non formale nell’azione didattica, consentendone il riconoscimento in termini di competenze e di potenziale successo formativo dello studente. La valutazione finale degli apprendimenti, a conclusione dell’anno scolastico, viene attuata dai docenti del Consiglio di classe, tenuto conto delle attività di valutazione in itinere svolte dal tutor esterno sulla base degli strumenti predisposti. La valutazione del percorso in alternanza è parte integrante della valutazione finale dello studente ed incide sul livello dei risultati di apprendimento conseguiti nell’arco del secondo biennio e dell’ultimo anno del corso di studi".
  • Al capo 13: “La certificazione delle competenze sviluppate attraverso la metodologia dell’alternanza scuola lavoro può essere acquisita negli scrutini intermedi e finali degli anni scolastici compresi nel secondo biennio e nell’ultimo anno del corso di studi. In tutti i casi, tale certificazione deve essere acquisita entro la data dello scrutinio di ammissione agli esami di Stato e inserita nel curriculum dello studente. Sulla base della suddetta certificazione, il Consiglio di classe procede: a) alla valutazione degli esiti delle attività di alternanza e della loro ricaduta sugli apprendimenti disciplinari e sul voto di condotta; le proposte di voto dei docenti del Consiglio di classe tengono esplicitamente conto dei suddetti esiti; b) all’attribuzione dei crediti ai sensi del D.M. 20 novembre 2000, n. 429, in coerenza con i risultati di apprendimento in termini di competenze acquisite coerenti con l’indirizzo di studi frequentato, ai sensi dei dd.PP.RR. nn. 87, 88 e 89 del 2010 e delle successive Linee guida e Indicazioni nazionali allo scopo emanate. L’incidenza delle esperienze di alternanza sul voto di condotta è collegata al comportamento dello studente durante l’attività nella struttura ospitante, valorizzando il ruolo attivo e propositivo eventualmente manifestato dall’alunno ed evidenziato dal tutor esterno”.

La valutazione è una fase cruciale nella realizzazione dell’Alternanza Scuola-Lavoro (ASL). Come tale va preparata fin dall’inizio del percorso avendo cura di definire le sue linee portanti a livello generale (Piano ASL) e specifico (Piano formativo individuale). L’attenzione al processo, attraverso l’osservazione strutturata, consente di attribuire valore, nella valutazione finale, anche agli atteggiamenti e ai comportamenti dello studente; l’esperienza nei contesti operativi, indipendentemente dai contenuti dell’apprendimento, sviluppa, infatti, competenze trasversali che sono legate anche agli aspetti caratteriali e motivazionali della persona. L’ASL è infatti un contesto valutativo multiattore e multireferenziale. Esso vede il coinvolgimento attivo di soggetti diversi quali il tutor esterno, il tutor interno, i docenti della scuola, i formatori della struttura ospitante, i colleghi di lavoro dello studente, lo stesso studente. La partecipazione di tali attori al processo valutativo è l’elemento “nuovo” che può allargare il campo dell’analisi del percorso dell’allievo. La titolarità della valutazione finale rimane comunque in carico al Consiglio di classe. Esso ha la responsabilità ultima e formale del giudizio valutativo.

ASL e voto in condotta. La valutazione del percorso e del comportamento dello studente durante lo svolgimento dell’attività nella struttura ospitante, concorre all’assegnazione del voto di condotta. Nella condotta non rientra solo il livello d’impegno dell’allievo e il suo rispetto delle regole interne al contesto organizzativo ma anche il ruolo attivo e propositivo eventualmente manifestato dall’allievo. Si tratta di un aspetto che deve essere evidenziato dal tutor esterno e che è collegato all’effetto attivante che l’esperienza in ASL deve avere.

ASL e ricaduta sulle discipline. La valutazione degli apprendimenti acquisiti in contesti di ASL trasforma il modello di apprendimento legato alle singole discipline in un diverso modello che costituisce il risultato multifattoriale di un processo capace di riconoscere il valore degli apprendimenti acquisiti in modo informale e non formale nell’azione didattica. Inoltre consente il riconoscimento degli apprendimenti conseguiti in termini di competenze e di potenziale successo formativo dello studente. L’I.I.S “Sraffa” ha adottato un approccio “algoritmico” per tale valutazione: secondo questa impostazione la valutazione dell’ASL deve essere condotta in termini quantitativi e orientata a inserire la valutazione sull’ASL come quota parte che va a completare la valutazione sulla singola disciplina. Nello specifico la valutazione algoritmica comporta il mantenimento dei voti per le singole materie con canoni classici collegati ai contenuti disciplinari (il 70- 80%) al quale si aggiunge un 20-30% relativo all’ASL che va a completare la valutazione. Quello algoritmico è un approccio innovativo cha riconosce la trasversalità dell’ASL e cerca di porre rimedio al problema della sua ripartizione nei diversi campi disciplinari. L’ASL infatti non può essere latentemente intesa come una disciplina a sé stante, ma piuttosto come un’esperienza di apprendimento trasversale e basata su uno scambio e la reciproca fecondazione delle classiche discipline.

Discipline coinvolte nella valutazione dell’Alternanza Scuola Lavoro

PERCORSO

CLASSE III

CLASSE IV

CLASSE V

ENOGASTRONOMIA ED OSPITALITA' ALBERGHIERA

Cucina

Laboratorio di cucina**

 

Scienza e cultura dell'alimentazione*

Laboratorio di cucina**

 

Scienza e cultura dell'alimentazione*

Laboratorio di cucina**

 

Scienza e cultura dell'alimentazione*

ENOGASTRONOMIA ED OSPITALITA' ALBERGHIERA

Sala e vendita

Laboratorio di

sala e vendita**

 

Scienza e cultura dell'alimentazione*

Laboratorio di

sala e vendita**

 

Scienza e cultura dell'alimentazione*

Laboratorio di

sala e vendita**

 

Scienza e cultura dell'alimentazione*

SERVIZI PER LA SANITA' E L'ASSISTENZA SOCIALE

Servizi socio - sanitari

Laboratorio per i servizi socio sanitari**

 

Psicologia generale e applicata*

Psicologia generale e applicata**

 

Igiene e cultura medico sanitaria*

Psicologia generale e applicata**

 

Igiene e cultura medico sanitaria*

SERVIZI COMMERCIALI

Tecnica delle comunicazioni**

 

Economia aziendale*

Tecnica delle comunicazioni**

 

Economia aziendale*

Tecnica delle comunicazioni**

 

Economia aziendale*

MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA

Apparati ed impianti tecnici, civili ed industriali

Laboratorio tecnologico**

 

Tecnologie tecniche e di installazione e manutenzione di apparati ed impianti civili e industriali*

 

Laboratorio tecnologico**

 

Tecnologie tecniche e di installazione e manutenzione di apparati ed impianti civili e industriali*

Laboratorio tecnologico**

 

Tecnologie tecniche e di installazione e manutenzione di apparati ed impianti civili e industriali*

MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA

Mezzi di trasporto

Laboratorio tecnologico mezzi di trasporto**

 

Tecnologie e tecniche di installazione e manutenzione*

Laboratorio tecnologico mezzi di trasporto**

 

Tecnologie e tecniche di installazione e manutenzione*

Laboratorio tecnologico mezzi di trasporto**

 

Tecnologie e tecniche di installazione e manutenzione*

PROGETTAZIONE TESSILE, ABBIGLIAMENTO, MODA E COSTUME

Produzioni tessili sartoriali

Laboratori tecnologici ed esercitazioni** 

Progettazione tessile abbigliamento e moda*

Laboratori tecnologici ed esercitazioni** 

Progettazione tessile abbigliamento e moda*

Laboratori tecnologici ed esercitazioni** 

Progettazione tessile abbigliamento e moda*

ISTITUTO TECNICO

Turismo

Tecniche professionali dei servizi commerciali*

 

Diritto/Economia*

Tecniche professionali dei servizi commerciali*

 

Geografia turistica*

Tecniche professionali dei servizi commerciali*

 

Arte e territorio*

 

**70%  media disciplina  + 30% voto ASL                     

  *80% media disciplina  + 20% voto ASL

 Scarica il documento

 

  • Scarica Visualizza La valutazione e le discipline coinvolte nell'alternanza (2).pdf