ERASMUS

 

Erasmus+ KA1 Rethinking pedagogy for an inclusive 21st century school     RethinkingPedagogy

 Il progetto Erasmus+ KA1 Rethinking pedagogy for an inclusive 21st century school   si propone  di rinnovare la scuola e creare un ambiente dove gli studenti possano attivamente sperimentare, pianificare ed essere responsabili del proprio apprendimento. La società della conoscenza richiede formazione continua e costante aggiornamento per stare al passo con un mercato del lavoro ed una società in costante cambiamento. È missione di una scuola fornire ai propri alunni le abilità e competenze con cui potersi inserirsi nel mondo del lavoro ed integrarsi nella società.

Nel dettaglio gli obiettivi specifici sono:

- cambiare l’ambiente di apprendimento

- diffondere nuovi metodi di insegnamento

- fare dell’inclusione la caratteristica distintiva dell’istituto

- combattere contro l’abbandono scolastico prematuro e sostenere la motivazione

- incentivare la collaborazione degli insegnanti con la comunità locale ed i soggetti interessati

- promuovere l’imprenditorialità attraverso l’istruzione

- internazionalizzare la scuola

I partecipanti al progetto sono la dirigente e 15  docenti. 

L’impatto atteso sui partecipanti è la comprensione e sperimentazione di metodologie innovative efficaci incentrate sugli studenti. La scuola avrà una più ampia gamma di docenti in grado di creare moduli non solo nelle loro rispettive materie ma anche in collaborazione con i colleghi dei vari consigli di classe secondo una prospettiva interdisciplinare.

È previsto un effetto positivo anche sui discenti in termini di una migliore acquisizione delle abilità del 21° secolo, di una mentalità imprenditoriale e di un’aumentata motivazione. Questo contribuirà a ridurre il tasso di abbandono scolastico prematuro e gli studenti avranno maggiori opportunità di successo sia nel campo del lavoro che dell’istruzione superiore.

 

The aim of the project  Erasmus+ KA1 Rethinking pedagogy for an inclusive 21st century school       is to give the school a fresh start and create a welcoming environment where students can actively experiment, plan, and be in charge of their learning. The knowledge society requires that everyone becomes a lifelong learner and keeps updated to keep up with a constantly changing labour market and society. It’s a school’s mission to provide its students with the skills and competences with which to earn a living work and integrate into society.

In details the specific objectives are:

- changing the learning environment

- spreading new teaching methods

- making inclusion the distinguishing feature of the school

- tackling early school leaving and sustaining motivation

- training teachers to work in collaboration with the local community and significant stakeholders

- fostering entrepreneurship through education

- internationalizing the school

The participants to the project are the head teacher and 15 teachers.

Activities include onsite and online courses and the implementation of new approaches to teaching.

The expected impact on participants is a broad understanding of innovative sound student – centred methodologies. The school will have a wider range of teachers capable of creating modules not only in their respective subject but also in collaboration with the team of colleagues that work on a class according to an interdisciplinary perspective.

It is envisaged a positive effect on learners as well in terms of better acquisition of 21st century  skills, entrepreneurial  mindset and enhanced motivation.

This will contribute to reduce the rate of early school leaving so that they will have better chances to succeed in the labour market as well as in higher education.

 

https://brunazzimariella36.wixsite.com/rethinkingpedagogy

Slow down, Move your body, Improve your diet,  Learn for life, and Enjoy school time  S.M.I.L.E.

KA2      Strategic Partnership logo-smile

2015-1-IT02-KA201-015458                                         

 

https://www.erasmussmile.it/

 

Slow down, Move your body, Improve your diet, Learn for life and Enjoy school time (S.M.I.L.E.) è stato un progetto pensato con lo scopo di aiutare a ridurre la percentuale di coloro che abbandonano la scuola precocemente negli istituti di istruzione secondaria in Europa ed allo stesso tempo di stimolare l’acquisizione di conoscenze, abilità e competenze adeguate per far fronte alle richieste di una società basata sulla conoscenza. Per raggiungere tali finalità sei scuole europee ed un’università hanno collaborato e cooperato per pianificare un percorso educativo specifico per studenti di età compresa tra i 14 – 18/20 anni (circa 350 nell’insieme) basato principalmente sull’uso pedagogico dello sport e dell’educazione fisica affiancati da metodi di insegnamento innovativi (CLIL ed apprendimento attivo) e le nuove tecnologie per coinvolgere gli studenti in modo attivo nel processo d’apprendimento e costruire legami significativi con la comunità scolastica.

La necessaria creazione di moduli per lezioni attive centrate sugli studenti ha fornito un incentivo agli insegnanti per aggiornare i loro metodi di insegnamento ed avvicinarsi ai mutati canali di informazione e modi di apprendere degli studenti. Ulteriori aspetti innovativi hanno incluso l’uso di: eTwinning per un progetto parallelo sulla cittadinanza europea per promuovere il senso di appartenenza all’Unione Europea; i social media come strumenti educativi; la peer education ed il counselling; il monitoraggio costante e l’analisi dei dati da parte dell’università partner.

Gli obiettivi specifici del progetto sono stati: - attrarre gli studenti verso la scuola, migliorare le prestazioni scolastiche degli alunni; far accettare le regole agli studenti ed insegnar loro a rispettare se stessi e gli altri; far cooperare gli alunni; aumentare la consapevolezza degli studenti di essere cittadini europei; sviluppare la capacità degli alunni di progettare, pensare criticamente ed essere creativi; implementare strategie aggiornate d’insegnamento e consentire ai docenti di scambiare buone pratiche.

Per raggiungere questi obiettivi sono state offerte attività motivanti basate sugli sport (tradizionali, non tradizionali, popolari, individuali, di squadra) e l’uso di strumenti informatici di facile utilizzo per gli studenti. Le proposte hanno tenuto conto dell’importanza di attrarre gli alunni verso la scuola tramite ciò che amano fare invece di obbligarli ad attenersi a modelli di apprendimento lontani dalla loro realtà e dalle richieste di una società della conoscenza in continuo movimento e cambiamento.

I prodotti previsti si sono rivelati interessanti e coinvolgenti per gli alunni. Hanno stimolato la creatività e sono stati utili mezzi per far sentire gli studenti importanti e responsabili verso i loro coetanei europei poiché ciò che hanno prodotto potrà essere usato come modello in altre scuole o servire per persuadere compagni in tutta Europa a proseguire gli studi e ad impegnarsi più intensamente per sviluppare il proprio potenziale.

Un altro aspetto importante del progetto sono state le mobilità transnazionali che hanno visto coinvolti sia gli studenti che gli insegnanti. Sei incontri sono stati programmati per dare ai partecipanti di tutte le scuole partner l’opportunità di frequentare lezioni insieme e scambiarsi idee, lavorare insieme in gruppi internazionali e sentirsi cittadini attivi di quell’entità sovranazionale chiamata Unione Europea.

Nel complesso il progetto ha infuso entusiasmo negli studenti ed i risultati sono stati e continueranno ad essere diffusi attraverso l’azione di tutti i partner per sensibilizzare la comunità scolastica e gli stakeholders sull’importanza della prevenzione dell’abbandono scolastico precoce ed il miglioramento delle prestazioni scolastiche.

Anche la sostenibilità ha costituito una priorità: gli approcci metodologici adottati continueranno ad essere implementati alla fine del progetto e club sportivi sono già stati organizzati in ciascuna scuola; i contatti instaurati a livello locale, regionale, nazionale ed europeo saranno mantenuti e rinforzati.

Due sono stati gli Intellectual Outputs prodotti durante il progetto:

1- una piattaforma con un corso gratuito per la formazione dei docenti in ambito CLIL, con una panoramica su altri approcci metodologici quali Flipped Classroom e Project-Based Learning;

2- un software per il monitoraggio dei dati di un progetto.

Possono essere visionati al seguente link: https://www.erasmussmile.it/intellectual-outputs/

 

Slow down, Move your body, Improve your diet, Learn for life and Enjoy school time (S.M.I.L.E.) was a project designed with the aim of helping reduce the percentage of early school leavers in secondary schools in Europe and at the same time of stimulating the acquisition of adequate knowledge, skills and competences in order to cope with the requirements of a knowledge-based society.

To attain these goals six  European schools and a university  joined forces and cooperated to plan a specific educational path for students aged 14-18 (about 350 altogether) based mainly on the pedagogical use of sport and physical education flanked by innovative teaching methods (CLIL and active learning) and ICT to involve pupils in school life and build significant ties with the learning community at large. The required creation of modules for student-centred active lessons also provided an incentive for teachers to update their teaching methods getting closer to students' changed channels of information and modes of learning. Further innovative aspects included the use of: eTwinning for a parallel project on European citizenship to enhance the sense of belonging to the EU; social media as an  ducational tool; peer education and counselling; constant monitoring and data analyses by the partner university.

The specific objectives of the project were: - attracting pupils to school; - raising pupils' potential to connect them to learning and active citizenship; - improving pupils' school performance; - making pupils accept rules and respect themselves and others; - making pupils cooperate;- enhancing students’  awareness of being  EU citizens; - developing pupils' ability to plan, think critically and be creative; - implementing up-to- date teaching strategies and exchanging good practices.

To reach these objectives a set of motivating activities based on sports (traditional, non-traditional, popular, individual, team ones) and on pupils' friendly ICT tools such as social networks were devised taking into account the importance of attracting students towards learning through what they like and enjoy doing instead of obliging them to stick to modes of learning far from their reality and from the requirements of a fast moving and changing knowledge-based society.

The products envisaged were appealing and engaging for young learners. They stimulated creativity and were useful means to make pupils feel important and responsible towards their European peers since what they produced may be used as a model in other schools or may serve to persuade peers all over Europe to go on studying and engage more intensively in developing their potential. Other important aspects of the project were the transnational learning activities for both students and teachers. Six  meetings were planned to give the participants the opportunity to attend overview classes,  share ideas directly, exchange good practices, work together in European teams and feel active citizens of that supranational entity called the European Union.

As a result the project as a whole infused enthusiasm and was fun for young learners. The project's outcomes have been and will be spread through the dissemination efforts of all member schools aiming at contributing to raising awareness on the prevention of early school leaving and the improvement of school performance. Sustainability has been an overarching priority as well: the methodological approaches adopted will continue to be implemented after the end of the project and sports clubs have already been organised in  each school; the ties established at local, regional, national and European level will be maintained and reinforced. Two Intellectual Outputs were produced during the project:

1- a platform with a free teacher training course about CLIL methodology and other teaching approaches such as Flipped Classroom and Project-Based Learning;

2- a software to monitor project data.

They can be found at the following link: https://www.erasmussmile.it/intellectual-outputs/


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.