Bes e legalità

 

 

 

La Funzione Strumentale per i BES e la Legalità unisce una duplice finalità: da un lato, mira a prendersi carico di tutti gli alunni che sono riconosciuti dall’attuale ordinamento scolastico come espressione di uno svantaggio o di un disagio (linguistico – culturale, socio – economico, relazionale – comportamentale etc.) che rientra nella categoria dei Bisogni Educativi Speciali; dall’altro, concorre a formare negli studenti una consapevolezza critica dei fenomeni che rientrano nella affermazione di un principio fondamentale quale è quello della legalità e nel contrasto, quindi, dei meccanismi criminali che ne avversano la sua piena realizzazione.

I due aspetti, BES e Legalità, sono spesso interconnessi, poiché dei primi fanno parte anche studenti che per via di problematiche diverse hanno in qualche modo bisogno della presenza della seconda.

Per tale motivo, questa Funzione Strumentale si occupa delle tematiche più attuali come bullismo, cyberbullismo e violenza di genere; tuttavia, si è deciso di dare spazio anche alla lotta alla criminalità organizzata (ormai una vera e propria emergenza nel Settentrione) con iniziative volte alla conoscenza del fenomeno mafioso.

Il “Viaggio della Legalità”, giunto alla seconda edizione e già premiato dalla Fondazione Falcone di Palermo, è l’evento più significativo nell’ambito di questa Funzione Strumentale e rappresenta il punto di approdo di un percorso formativo che rinforza e alimenta i principi di cittadinanza attiva.

 

  • PREMESSA

Nell’anno scolastico in corso, in seguito alla nomina dirigenziale ratificata dal Collegio Docenti e in proseguimento di alcune mansioni svolte già nella scorsa annualità, mi sono occupato di diversi settori afferenti sia l’aspetto organizzativo che quello didattico del nostro Istituto. Poiché la materia da trattare sarebbe ampia, cercherò di essere il più sintetico e schematico possibile, in modo da non annoiare e, soprattutto, da evitare di apparire troppo autoreferenziale, cosa che detesto negli altri, figuriamoci in me stesso.

 

  • BES

Nel comparto BES, staccato dalle componenti H e DSA insieme alle quali rappresenta una realtà oggi imprescindibile nel panorama scolastico, ho avuto l’assistenza e il supporto di un team molto attivo e sicuramente più esperto, formato dalle professoresse MALTESE, MASSAFRA e FERRIGNO della sezione associata Marazzi e dal professor GRAZIOSO dello Sraffa.

Insieme, abbiamo rielaborato un modello PDP per alunni con profilo BES improntato sulla snellezza e la concisione. Il risultato è stato soddisfacente, sebbene ci siano alcuni aspetti da modificare sulla base delle segnalazioni forniteci dai diversi coordinatori. Obiettivo del prossimo anno sarà, dunque, quello di perfezionare il modello e incentivare lo sportello BES per accogliere le istanze dei colleghi e dei genitori.

 

  • ALFABETIZZAZIONE

Anche quest’anno, il nostro Istituto ha attivato corsi in itinere sulle competenze di base della lingua italiana per i non parlanti italiano o per coloro che hanno difficoltà a relazionarsi alla grammatica della nostra lingua, pur parlandola.

Nella sezione associata Marazzi, l’alfabetizzazione è stata curata dai docenti del CPIA; allo Sraffa, i corsi sono stati tenuti dalle professoresse SPERLARI, TOMASONI e TRIACCHINI che hanno presentato, a conclusione del lavoro svolto, le schede sintetiche di ogni alunno ai rispettivi Consigli di Classe per la dovuta valutazione.

 

  • LEGALITA’

Cuore delle azioni programmate in questo settore è stato il progetto “Vie e volti della legalità”, nato per illustrare il fenomeno della criminalità organizzata e insegnare il corretto utilizzo di un termine, legalità per l’appunto, spesso abusato e inteso in modo errato.

Il progetto, finanziato dall’Istituto per una quota parte, ha permesso agli alunni di prendere parte a un concorso, incentrato sulla produzione di elaborati scritti, in seguito al quale i vincitori (7 tra ragazzi e ragazze) hanno incontrato un testimone di giustizia (Don Aniello Manganiello da Scampia), preso parte allo spettacolo “Mafia, maschere e cornuti” di e con Giulio Cavalli e, soprattutto, partecipato nelle giornate dal 22 al 24 maggio a Palermo alle celebrazioni per la commemorazione della Strage di Capaci.

Va ricordato, inoltre, che il video realizzato per questo progetto ha concorso al premio indetto dalla Fondazione Falcone e si è classificato primo tra tutti gli elaborati presentati dalle scuole secondarie di secondo grado della regione Lombardia, venendo premiato a Milano presso il Liceo Beccaria.

Alla realizzazione dell’iniziativa ha preziosamente collaborato la professoressa BERTAZZOLI, che ha anche fatto parte della Commissione che ha valutato gli elaborati degli studenti insieme ai professori ROSITANI e TRIPODI, cui sono grato per la disponibilità.

 

  • VIOLENZA DI GENERE

Lo Sraffa si distingue da anni per la sensibilità verso questa importante tematica. Durante i mesi trascorsi ci sono state alcune iniziative che hanno coinvolto un elevato numero di alunni: il 25 novembre, due classi si sono recate in piazza Duomo per l’evento delle “scarpette rosse”, durante il quale sono stati letti i nomi delle donne vittime di femminicidio; sempre a novembre e poi nei mesi successivi, di concerto con la CISL Scuola, è stato attivato un progetto che ha avuto come fulcro la visione dello spettacolo dal titolo “Anima recisa” e la realizzazione di un fumetto, presentato poi in aprile al Crema Comix.

 

  • TEATRO

Diversi sono stati gli spettacoli teatrali ai quali hanno assistito gli alunni, alcuni dei quali legati alla tematica della legalità.

Tra quelli da segnalare, va ricordato lo spettacolo “Cuori di terra”, incentrato sulla Resistenza e sulla figura dei fratelli Cervi.

Va ricordato, inoltre, che le classi 3 A PSS e 5 A PSC hanno funto da giuria presso il Teatro San Domenico in occasione del “Franco Agostino Festival”.

 

  • SPORTELLO ASCOLTO

Su iniziativa della Dirigente e per offrire un servizio agli alunni con problematiche personali, da gennaio è stato attivato lo Sportello Ascolto, curato dalla dottoressa e nostra collega BOMBELLI, che ha incontrato singoli studenti o classi nella loro interezza per coadiuvare il difficile lavoro dei Consigli di Classe nella gestione della scolaresca.

 

  • BIBLIOTECA

L’impegno per la sistemazione del locale adibito a biblioteca è stato anche quest’anno molto pesante: insieme al professor GRAZIOSO e al collaboratore scolastico sig. CATENIO, che ringrazio vivamente, abbiamo spostato gli ultimi arredi che intralciavano la corretta fruizione degli spazi e concluso la cernita dei libri che saranno ospitati definitivamente nelle scaffalature rimaste (dove sono già ospitate le opere delle donazioni COLLINI e MORENI).

Una volta ampliato, il locale è stato arricchito con nuovi tavoli e nuove sedie, dove docenti e alunni in questi mesi hanno avuto modo di incontrarsi per le interrogazioni o semplicemente per dialogare.

La sezione dei libri sulla Storia dell’arte è stata visionata dalla professoressa TOMASONI, che ringrazio per l’aiuto prestato nella difficile scelta dei manuali da conservare.

Altrettanto prezioso è stato il supporto della professoressa DENINA, sia nella selezione dei libri che in una prima sperimentazione della catalogazione insieme ad alcuni alunni.

Proprio la catalogazione dei libri è il successivo e conclusivo passo che manca prima dell’avvio del servizio prestito che potrebbe partire, se non ci saranno intoppi, nella prima decade di ottobre.

L’acquisto di nuove opere e di film a carattere didattico da sistemare nella videoteca e l’affiliazione con la rete delle biblioteche pubbliche saranno, potenzialmente, gli obiettivi non impossibili da raggiungere durante il prossimo anno scolastico.

 

  • VIAGGIO DELLA MEMORIA

Per il quinto anno consecutivo, il nostro Istituto ha preso parte al viaggio organizzato dalla Rete di scuole di Cremona, Crema e Casalmaggiore avente come scuola capofila il Torriani di Cremona.

La metà è stata il campo di concentramento di Dachau, presso Monaco di Baviera; il viaggio è stato, al solito, preceduto da numerosi incontri di formazione per gli alunni e i docenti (memorabile l’incontro con la sopravvissuta di Auschwitz e neo senatrice a vita Liliana Segre al Ponchielli di Cremona).

Considerevole la delegazione dello Sraffa e del Marazzi con la partecipazione di 97 alunni e di 7 docenti, oltre al sottoscritto, che ringrazio: le professoresse DENINA, ROSSI, PIACENTINI, CANCIANI, DI BERNARDO, TRIPODI e il professor GRAZIOSO.

 

  • COSTITUZIONE

Il nostro Istituto ha festeggiato il 70° anniversario della Costituzione Italiana ospitando la mostra ideata dall’Associazione 25 Aprile. Proprio il presidente di questa associazione, professor Bergonzi, su invito del professor GRAZIOSO, ha tenuto un incontro con alcune classi per discutere sulla nostra carta fondamentale dei diritti.

Il concorso interno lanciato per commemorare l’anniversario, dal titolo “L’articolo che vorrei”, è stato invece rinviato al prossimo anno scolastico, per mancanza di tempo.

Alcuni dei nostri alunni neo maggiorenni, infine, sono stati invitati dall’Amministrazione Comunale presso la casa municipale per ritirare una copia della Costituzione durante l’apposita cerimonia che si ripete ogni anno.

 

  • SPORTELLO MATURITA’

Da febbraio, nei giorni di lunedì e venerdì dalle 13.30 alle 15.30, è stato attivato, per il secondo anno di seguito, lo sportello che ha permesso ai maturandi di tutti gli indirizzi di progettare le proprie tesine e di reperire collegamenti e materiali adatti.

 

  • MERCATINO DEI LIBRI USATI

Nei primi mesi dell’anno scolastico, è stato sperimentato per la prima volta il mercatino dei libri usati, che ha permesso alle famiglie di risparmiare e a molti alunni ed ex alunni di rivendere i libri che ormai non usavano più.

Visto il successo ottenuto, anche quest’anno il mercatino verrà organizzato, presumibilmente con una fase di ritiro dei libri a giugno/luglio e una di vendita ad agosto/settembre.

 

  • VARIE
  • PROGETTO “L’EUROPA INIZIA A LAMPEDUSA”: nel mese di gennaio, una delegazione della scuola composta da me e da 3 alunne della classe 3 A PSS si è recata a Roma per partecipare ai seminari conclusivi del progetto sui migranti al quale il nostro Istituto aveva preso parte nell’anno scolastico 2016/2017.
  • GIORNALINO: grazie all’iniziativa del professor GRAZIOSO, il giornale diocesano Il Torrazzo ha offerto al nostro Istituto un inserto, nel quale è stato possibile rievocare tutte le attività svolte durante l’anno scolastico.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.